Da venerdì a domenica, un fine settimana di completa immersione nelle suggestive foreste casentinesi per scoprire e sperimentare i benefici del ritorno ad un contatto intimo con la natura. 

Le giornate inizieranno con esercizi di rallentamento che ci permetteranno di sintonizzarci sulle frequenze del paesaggio e di poter respirare al medesimo ritmo della foresta. Solo allora potremo iniziare ad addentrarci lungo i millenari sentieri del Parco accompagnati da esperte guide ambientali.

Una camminata lenta intervallata da attività armonizzanti di ascolto, visualizzazione e contatto a cura dei nostri operatori olistici altamente qualificati.

Oltre al movimento e alle pratiche di meditazione e rilassamento l’esperienza sarà arricchita dalla Via del Cibo: tutti i pasti seguiranno i principi dell’Alimentazione Macro Mediterranea®.

La notte, grazie alla collaborazione con l’Ente Parco Foreste Casentinesi, avremo, l’opportunità di pernottare direttamente nelle magiche foreste: tre giorni e due notti a stretto contatto con la natura,  uniformandoci ai ritmi scanditi dal sole. Una vera scossa al nostro sistema immunitario, un’ immersione completa e totalmente rigenerante.

I week end immersivi de La Via della Foresta sono cinque e si terranno nel corso dell’estate, da luglio a settembre.

Ad ogni incontro di tre giorni daremo vita ad un processo di risveglio dei cinque sensi ordinari che, giunti ad integrazione, diverranno gli straordinari mezzi di connessione con la natura.

All’inizio e alla fine del percorso monitoreremo i parametri psico-fisici utili a comprendere la stato di salute iniziale e finale dei partecipanti, su base volontaria.


Saranno cinque esperienze differenti, ognuna con un’attenzione particolare per uno dei nostri sensi:

9- 11 Luglio: Tatto. Il contatto con la Foresta

30 Luglio – 1 Agosto: Udito. I suoni della Foresta

13-15 Agosto: Vista. La Foresta si svela

27-29 Agosto: Olfatto: La Foresta si racconta

10 – 12 Settembre: Gusto: il cibo della Foresta

Ci regaleremo un nuovo modo di “Sentire”  e lo porteremo con noi, nel nostro quotidiano.   

PROGRAMMA

Il percorso di tre giorni a doppio anello  parte da località Capanno, passando dal Sacro Eremo di Camaldoli, con fulcro il Rifugio Fangacci, e pernottamenti (in amaca) nelle Foreste.

 


 

Venerdì 9 luglio

Percorso: max 3 ore di camminata da Località Capanno – Campo Base Fosso Fangacci
Dislivelli: in salita 508 metri, in discesa 268 metri. Difficoltà: media

08.30 Registrazione dei partecipanti presso La Mausolea

09.00 Presentazione La Via delle Foreste, rilevazione su base volontaria di parametrici psico-fisici. Colazione MacroMediterranea® e attivazione muscolare

12.00 Partenza in auto presso il Parco delle Foreste Casentinesi, arrivo in località Capanno

12.30 Apertura dei sensi integrati, allineamento con la propria energia e con l’energia della foresta e pratica meditativa di visualizzazione

13.00 Camminata con descrizione dell’habitat delle Foreste

14.30 Spuntino MacroMediterranea® presso Buca delle Fate

15.00 Camminata meditativa

17.00 Arrivo presso campo base Fosso Fangacci, allestimento

18.00 Esperienza sensoriale Tatto: Accarezziamo la foresta

19.00 Cena all’aperto MacroMediterranea®

20:30 Aspettando il tramonto Risveglio della fantasia con Haiku, poesia giapponese

21:30 Prepariamo corpo e mente alla notte in amaca

Pernottamento in amaca


Sabato 10 luglio

Percorso:  max 5  ore di camminata da Campo Base Fosso Fangacci – Rifugio Fangacci – Eremo Camaldoli – Località Cotozzo – Campo Base Poggio alle Capre. Dislivelli: in salita 788 metri,  in discesa 511 metri. Difficoltà medio – difficile

 

05.30 Risveglio. Salutiamo il nuovo giorno respirando con la natura

06.15 Camminata verso il Rifugio Fangacci

07.00 Colazione MacroMediterranea® all’aperto

07.30 Camminata meditativa nelle vicinanze del Sacro Eremo di Camaldoli

10.30 Esperienza Sensoriale Vista: L’occhio, la nostra terza mano

11.30 Proseguimento camminata nella Foresta

 13.00 Pranzo MacroMediterranea®

 14.15 Proseguimento camminata nella Foresta

16.30 Esperienza  Auto-Massaggio e scambio di massaggio

18.00 Arrivo presso campo base Poggio alle Capre

19.00 Cena all’aperto MacroMediterranea®

20.30 Aspettando il tramonto

Lettura degli Haiku

Rituale e meditazione

21.30 Pernottamento in amaca


Domenica 11 luglio

Percorso: max 1h30 di camminata da Poggio alle Capre – Località Capanno. Dislivelli: in salita 50 metri, in discesa 330 metri. Difficoltà: medio-facile

05.30 Risveglio. Salutiamo il nuovo giorno respirando con la natura

06.15 Camminata verso il Rifugio Fangacci

07.00 Colazione MacroMediterranea® all’aperto

07.30 Camminata verso località Fiume Isola

08.15 Esperienza sensoriale Tatto Assorbire energia dal contatto con l’acqua

08.45 Proseguimento camminata

09.15 Arrivo presso Località Capanno, Saluto e ringraziamento alla Foresta

10.15 Rientro presso La Mausolea Momento di ascolto personale, via della preghiera

11.00 Le erbe a cura di Stefania Piloni

12.30 Pranzo MacroMediterranea®

14.00 Misurazione su base volontaria di parametri medici. Defaticamento e recupero muscolare, raccolta degli Haiku dei partecipanti

16.00 Chiusura con cerchio e mandala

18.00 Saluti e congedo

Il programma è indicativo e potrebbe subire variazioni.

In caso di maltempo saranno valutate soluzioni alternative per il pernottamento

 La raccolta su base volontaria ed anonima dei parametri medici riguarderà pressione arteriosa, cortisolo, glicemia e frequenza del polso. I dati psico-fisici raccolti saranno supervisionati dal comitato scientifico.

 Il percorso sarà accompagnato da Andrea Pellegrini guida ambientale e autore di diversi libri sulla Natura, da Patrizia Stefanini, laureata in fisica ed esperta di pratiche orientali e da Luigi Gatti saggista ed esperto di cultura giapponese. Con la partecipazione straordinaria di Stefania Piloni, esperta di fitoterapia.

 

Andrea Pellegrini

Si è diplomato presso la Scuola del Libro (Istituto d’Arte) di Urbino e ha frequentato il corso di Scienze Naturali presso l’Università di Urbino.

Dal 1997 è in possesso della licenza di Guida Naturalistica e dal 1999 ha il patentino di Guardia Parco.

E’ fondatore dell’Associazione Ambientalista La Lupus in Fabula e presidente dell’Associazione Camminando Monti e Valli.

E’ segretario del Comitato Promotore per l’Istituzione del Parco Nazionale del Catria, Nerone e Alpe della Luna (Marche, Umbria, Toscana).

Collabora dal 2008 con il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi e dal 2010 con il Reparto Biodiversità Carabinieri di Pratovecchio.

E’ autore dei libri: “Nel Regno della Salamandrina”, “Tra il fiume e il Cielo”, “Il Bosco di Tecchie”, “Le Cesane”, “Il Monte Catria”, “La Gola del Furlo”, “I sentieri più belli del Catria e Nerone, vol.1 e vol.2”.

Luigi Gatti

dopo una vita lavorativa passata tra Italia, Spagna e Giappone, ha iniziato a insegnare lingua e cultura giapponese, prima nella sua città, poi in giro per l’Italia.

Appassionato di viaggi a piedi, ha percorso le Vie per Santiago nelle varianti francese, primitivo, portoghese e della Costa.  Ma è stata soprattutto la scoperta del Paese del Sol Levante e del Cammino del Giappone, un percorso circolare di 1200 chilometri nell’isola di Shikoku, che lo hanno ispirato. Lungo questo itinerario, che si snoda tra città e zone rurali, tra risaie e foreste di cedri secolari, si incontrano gli 88 templi del Buddhismo della «Parola Vera», il Buddhismo Shingon. Il diario di questo viaggio, diventato tra i libri di viaggi più venduti in Italia (“Il Cammino del Giappone: Shikoku e gli 88 templi”), ripercorre tutta l’avventura, il viaggio dentro il viaggio, di un pellegrino, un Ohenro, sulle tracce di Kōbō Daishi, il monaco asceta che divulgò la nuova religione segnando radicalmente storia e cultura dell’intero Paese.

Patrizia Stefanini

La vita di Patrizia è un viaggio che inizia dalla sua laurea in Fisica a Pavia, continua nei luoghi delle pratiche spirituali in India e delle arti marziali in Giappone, per attraversare trasversalmente lo shiatsu, in tutte le sue espressioni e stili.  Con frequenti “salti” nel mondo della Fisica moderna, affiancando e collaborando con fisici della levatura di Emilio Del Giudice, F. Albert Popp, Giuseppe Vitiello, Larissa Brizhik, Vladimir Voeikov e altri.

La sua personale ricerca riguarda quelle teorie che possano essere utili a spiegare i fondamenti dello shiatsu e più genericamente della medicina orientale. Ha collaborato alla stesura di tre testi fondamentali di shiatsu e medicina orientale visti attraverso la lente della scienza moderna occidentale.

È autrice di decine di articoli sugli stessi temi, tanto di riviste accademiche che di settore, alcuni dei quali tradotti in 6 lingue.  Attualmente, alla sua attività di insegnante nelle sue scuole di Firenze e Milano alterna conferenze e seminari in Italia, Europa e negli USA.

Dott.ssa Stefania Piloni

medico specialista in ostetricia e ginecologia, docente in fitoterapia e medicine complementari alla facoltà di medicina dell’Università di Milano.

È responsabile dell’ambulatorio di Medicina Naturale per la Donna del San Raffaele Resnati a Milano, in cui ogni giorno si dedica alle donne che scelgono cure integrate, naturali e tradizionali insieme.

Collabora con riviste divulgative e trasmissioni televisive in cui offre riflessioni e consigli in tema di salute femminile. È mamma di Sofia e dei gemelli Sara e Giacomo.

EVENTO RISERVATO AI SOCI DELL’ASSOCIAZIONE LA GRANDE VIA

Costo:

€ 250

 

comprensivo di:

  • pensione completa;
  • pasti di cucina Macromediterranea (Colazione, pranzo e cena);
  • guide forestali;
  • guide olistiche;

 

Se non sei ancora Socio de La Grande Via puoi farne richiesta qui https://lagrandevia.it/associati/ . La quota associativa è di € 10. 

Contatti

LA MAUSOLEA

Località La Mausolea, 32

52010 – Soci (AR)

info@lagrandevia.it

+39 324 792 9144